Chiami il mio agente!

27 Febbraio 2021

Se, pur essendo attente a tutto ciò che vale la pena vedere in televisione vi dovesse essere sfuggita questa serie imperdibile, vi consigliamo di recuperarla su Netflix, finchè sarà disponibile.

 

Creata da Dominique Besnehard e Fanny Herrero, è una commedia che ci conduce dietro le quinte di un’agenzia di attori, la ASK,  e racconta il mondo del cinema francese prendendosi non troppo sul serio.

 

Pur essendo votata al luccichio di un mondo fatto di star, si impegna a individuare ogni volta la chiave meno scontata per portare alla luce argomenti più seri: dalle difficoltà che riscontrano le donne nel ricoprire alcuni tipi di ruoli dopo una certà età, alla difficoltà delle mamme in carriera, alle raccomandazioni, al fallimento, alle difficoltà economiche che affliggono il settore dello spettacolo.

 

A fare da collante è la protagonista, Andréa Martel (Camille Cottin), che senza subire nessuna discriminazione rispetto ai suoi colleghi uomini, prenderà le redini dell’agenzia nonostante la sua maternità imminente e che deciderà di portare avanti accanto alla sua compagna Colette, creando con lei una famiglia. Una maternità che intralcia il suo lavoro, ma che vede tutti imperturbabili quando per necessità deciderà di portare la neonata in ufficio dopo averla addirittura partorita sul pavimento della reception dell’agenzia.

 

Tra giochi di potere con il più ambizioso del gruppo, Mathias (Thibault de Montalembert); l’amore di Arlette (Liliane Rovère), la socia più anziana, per il suo cagnolino Jean Gabin , mascotte della squadra; la morbidezza di Gabriel (Grégory Montel), il più umano, il pettegolo Hervé (Nicolas Maury); la segretaria aspirante attrice Sofia (Stefi Celma) e l’esuberanza dell’ultima arrivata, Camille (Fanny Sidney), questo gruppo così diverso e ben assortito affronta ogni giorno come se il mondo stesse per finire. Ogni red carpet, ogni Festival di Cannes, ogni lettura del copione porta con sé una buona dose di dramma, ma sempre con una dose di ironia e sentimento.

 

Ogni episodio (6 per ogni stagione) porta il nome di un attore o attrice ospite della puntata. I clienti della ASK sono di alto profilo: da Cécile de France a Isabelle Adjani, a Jean Dujardin, da Fabrice Luchini a Juliette Binoche e Isabelle Huppert, a Monica Bellucci, interpreti solitamente refrattari ad affacciarsi in tv. Chiami il mio agente! ha conquistato il pubblico e gli attori. Un po’ come è capitato per Friends che grandi star volevano partecipare a tutti i costi alla serie, anche per un piccolo cameo.

 

Un episodio è dedicato a Sigourney Weaver, la prima attrice hollywoodiana a partecipare alla serie francese. La sua storia racconta una sfida tutta al femminile: Sigourney cambierà la sceneggiatura di un film dove si sarebbe dovuta innamorare di un coetaneo perché innamorata del giovane Gaspard Ulliel e vuole a tutti i costi girare un film con lui. Riuscirà a convincere il regista e tutti quanti che il mondo va così e non bisogna stupirsi se un trentacinquenne si innamora di una settantenne!!

SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI

Supporta le nostre attività iscrivendoti all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutti i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su [email protected]