3 domande con…
Osnat Bukofzer – WIFT Israel

30 Ottobre 2021

Il panel Father, May I? che abbiamo presentato al MIA Market 2021 deve molto a tutte le sue partecipanti, ma in particolar modo a Osnat Bukofzer, Presidente WIFT Israel, per il suo partecipe contributo fin dalla concezione stessa dell’incontro.

 

In questa occasione non potevamo perdere l’opportunità di conoscere meglio Osnat e il nuovissimo chapter che guida. Le abbiamo quindi posto le nostre tre oneste domande.

 

Ciao Osnat! Grazie per la tua disponibilità. Sappiamo che non è la tua prima volta al MIA. Ci puoi parlare del tuo ruolo come direttrice degli affari internazionali e consulente per la coproduzione presso l’Israel Cinema Project, Rabinovich Foundation e come è nata la relazione con l’Italia?

 

L’Israel Cinema Project, Rabinovich Foundation è il più importante fondo israeliamo per quanto riguarda film, documentari e i lungometraggi delle/degli studenti.

Al cuore del mio lavoro come Director of International Affairs e Co-production Consultant ci sono le relazioni, le collaborazioni, le aspirazioni e l’empowerment delle creatrici e dei creatori della nostra industria cinematografica, con un’attenzione speciale sulle donne.

 

Benché la lunga pausa dovuta alla pandemia non fosse prevista nella mia agenda, questo periodo mi ha confermato quanto sapevo già da tempo. L’industria cinematografica israeliana è forte, ha buone storie e buoni narratori/narratrici. Tuttavia, noi viviamo su una specie di isola che non è completamente collegata ad alcun continente e più ancora che per altre industrie la collaborazione e la cooperazione sono necessarie per creare i nostri film e per dare loro quante più opportunità.

 

Ho deciso di iniziare il mio viaggio dall’Italia perchè credo sia una delle migliori industrie cinematografiche e che sia in rapida crescita. Ma, ancora più importante, perché fra i due paesi abbiamo un accordo di coproduzione fin dal 1973, poco utilizzato, ma recentemente  aggiornato. I miei primi passi nel mio ruolo li ho fatti al MIA Market, uno degli eventi europei più importanti per il settore. Grazie all’interesse attivo del Ministero della Cultura, di ANICA e della dirigenza del MIA, è stato possibile attivare in tempi brevi la collaborazione fra le due industrie e oggi ci sono ben dieci coproduzioni tra i due paesi in vari stadi di sviluppo.

 

Ci puoi raccontare del tuo ruolo nella nascita di WIFT Israel e con quali opportunità e sfide vi state misurando?

 

WIFT Israel è nata dai miei incontri con donne che sanno condividere, dare, esserci quando serve, donne che sanno porre le domande significative e che sanno offrire spazio alla creatività. Helene Granqvist, Nicole Ackermann, Ada Solomon, Lucia Milazzotto e tutte le altre donne meravigliose che hanno partecipato al mio panel al festival di Cannes o che ho incontrato sulla mia strada nel diventare chi volevo essere, che sono state al mio fianco in questi ultimi anni, insegnandomi con i fatti il valore della sorellanza e in prospettiva della collaborazione, e la consapevolezza che solo noi donne che occupiamo posizioni di rilievo possiamo lavorare in nostro favore e che niente cambierà se non siamo proprio noi in prima persona ad agire.

 

WIFT Israel è nato pochi mesi fa e siamo ancora agli inizi, facendo piccoli passi per evitare incidenti di percorso e cercando di capire i modi migliori per far sapere alle nostre creatrici che non sono sole e che essere parte di un comunità attiva può fare la differenza nella nostra vita personale e artistica.

 

A un anno da oggi, dove vorresti vedere WIFT Israel e la tua carriera?

 

Mi piacerebbe sapere che sono stata in grado di promuovere collaborazioni, empowerment, crescita professionale e connessioni significative tra persone di diverse industrie cinematografiche. Tuttavia, fra uno o dieci anni, per quanto posso dire di me stessa, sono certa che  i miei obiettivi non cambieranno.

 

Grazie Osnat e buon lavoro!

 

SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutti i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su [email protected]