The Hours

28 Luglio 2022

L’estate, avendo un po’ più di tempo libero, cerchiamo di ripescare qualche film del passato che abbiamo dimenticato o che abbiamo perduto. Talvolta potremmo renderci conto di quanta attualità c’era in capolavori di più di vent’anni fa e della genesi delle idee e dei traguardi raggiunti oggi.

 

E’ il caso di The Hours, che vi consigliamo di ripescare su Apple TV o su Amazon Prime Video.

 

E’ un film del 2002, venti anni fa e sembra girato oggi.

 

Fu presentato in concorso alla 59° Mostra del Cinema di Venezia, vinse il Golden Globe come Miglior Film Drammatico e Nicole Kidman vinse sia il Golden Globe come Miglior attrice in un ruolo drammatico che l’Oscar come Miglior attrice protagonista.

 

Fu diretto dal regista Stephen Daldry (Billy Elliott, The Reader – A voce alta) che adattò il libro di Michael Cunningham, pubblicato nel 1998 e vincitore di diversi riconoscimenti fra cui il Premio Pulitzer, conservando una cornice classica dove far muovere le tre donne protagoniste di vite autolesioniste e drammatiche come nel caso di Virginia Woolf interpretata da un’irriconoscibile e sorprendente Nicole Kidman, che nei dintorni di Londra, negli anni venti, lotta contro la malattia mentale che la sta logorando mentre cerca di scrivere il suo romanzo Mrs. Dalloway. O come la vita, vent’anni dopo, di Laura Brown interpretata da Julianne Moore, moglie e madre, che vive a Los Angeles alla fine della Seconda Guerra Mondiale, dedita alla lettura di Mrs. Dalloway che la sta esortando a cambiare radicalmente la propria vita. O come le ore quotidiane nell’odierna New York di Clarissa Vaughan, moderna Mrs Dalloway interpretata dalla nevrotica e sublime Meryl Streep che sta organizzando una festa in onore del suo amico poeta ed ex amante Richard (Ed Harris) che sta morendo di AIDS.

 

Il film inizia e finisce con un flash sulla vita della scrittrice inglese Virginia Woolf, nel momento in cui è prossima al suicidio nel fiume Ouse. La storia si dipana su tre piani narrativi differenti, che s’intrecciano continuamente, uno per ognuna delle tre donne protagoniste del film. Il romanzo Mrs. Dalloway di Virginia Woolf è il filo sottile che accomuna le tre donne.

 

Donne complesse, ricche di sfaccettature emotive e caratteriali, ma al tempo stesso estremamente sensibili verso la vita.

 

Virginia Woolf, come narrano i fatti storici, non è mai riuscita a trovare la serenità, arrivando al suicidio e sperando appunto di porre così fine ai suoi tormenti e avere una seconda possibilità dalla vita.

 

Un film delicato, sceneggiato con maestria e interpretato magistralmente da attrici che si sono messe a disposizione per interpretare delle donne fragili e incomplete.

 

Un’incompletezza che per tutta la vita le ha fatte sentire spezzate e con la sensazione che per loro non esista una via d’uscita. Seguendo tutta la narrazione, vediamo che a modo loro, questi personaggi trovano la loro strada, talvolta dolorosamente, talvolta senza altra scelta. Ma quella strada c’è.

 

The Hours è un inno alla vita, un film che mostra le diverse decisioni che una persona può prendere, alcune molto drastiche ed estreme, altre invece rigeneranti e che può esserci sempre una speranza per cambiare la propria storia.

 

SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutti i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su [email protected]