SalinaDocFest a Roma
30 Giugno – 3 Luglio 2022

28 Giugno 2022

L’edizione 2022 del SalinaDocFest. Festival internazionale del documentario narrativo parte da Roma (Casa del Cinema, 30 Giugno – 3 Luglio) e approda a Salina (15 – 18 Settembre) con il Concorso Nazionale ISOLE.DOC // UNITI PER L’AMBIENTE.

 

Il concept della XVI edizione nasce dalla foto donata da Cris Toala Olivares, fotografo e filmmaker ecuadoriano, che vive e lavora in Olanda per National Geographic. Olivares fotografa i vulcani del mondo e si interroga sul loro rapporto con l’essere umano. In uno dei suoi viaggi ha fatto sosta a Stromboli, per incontrare “Iddu”, come definiscono il vulcano rosso gli abitanti delle Eolie e ha scattato questa foto, che ritrae Gaetano Cincotta, ‘il vichingo dell’isola di fuoco’, su una barca in mezzo al mare, col vulcano sullo sfondo, mentre si accinge a buttare acqua sulla rete in segno di rispetto nei confronti della natura.

 

Foto di Cris Toala Olivares.

 

Da questa immagine, nasce il titolo Diaspore Incontri e Metamorfosi, un invito alla riflessione sulla pluralità e il molteplice – nella storia, nel presente e nell’arte – a partire dalle molte ibridazioni che il linguaggio del documentario ha attraversato negli ultimi anni.

 

A proposito del concorso, l’ideatrice e direttrice artistica Giovanna Taviani dice:”ISOLANI SÌ ISOLATI NO! è stato da sempre il nostro motto. Ad indicare la condizione dell’insularità come un privilegio e non come una disgrazia. Da questa immagine nasce l’idea di un concorso dedicato a chi è nato o chi ha deciso di vivere nelle isole, oggi più che mai modello alternativo per le politiche ambientali e le energie rinnovabili. Per ripensare il nostro destino nel mondo”.

I film sono stati selezionati da Antonio Pezzuto, Anna Maria Pasetti e Paola Cassano.

 

Il programma romano prevede l’assegnazione del Grand Prix Media Fenix al Miglior Documentario del Concorso Internazionale SDF 2022 da parte della giuria composta da Laura Delli Colli (Presidente), Igiaba Scego e Gioia Avvantaggiato. Il Premio degli Studenti Dams // Università degli Studi Roma Tre sarà consegnato dalla professoressa Ivelise Perniola, Presidente della giuria studentesca.

 

Apre le proiezioni di Roma il 30 giugno  la presentazione del reportage I semi del ‘92, firmato da Salvatore Cusimano, il giornalista che per primo mandò in onda le immagini di Capaci, in una indimenticabile edizione straordinaria del Tg 1. Saranno presenti all’incontro, insieme all’autore, gli editori Giorgio e Mario Palumbo, produttori dell’audiovisivo e il giornalista Paolo Mondani, autore di La bestia nera, sulle connessioni tra mafia e eversione di destra.

 

Una grande finestra tematica viene dedicata al documentario di animazione, intitolata Le metamorfosi del linguaggio del reale. La rassegna si aprirà il 30 giugno con Flee di Jonas Poher Rasmussen e nelle giornate successive, autori e autrici di cinema e graphic novel si confronteranno sul rapporto tra racconto disegnato e traccia documentaria durante le masterclass quotidiane alla Casa del Cinema curate da Ludovica Fales. Sarà possibile incontrare lo storico maestro del fumetto Vittorio Giardino, in conversazione con il critico Oscar Cosulich (1 luglio); il regista Stefano Savona (2 luglio) e l’illustratore e art dirtector israeliano David Polonsky. Le proiezioni continueranno ogni sera al Teatro all’aperto Ettore Scola, con la presentazione di tre capolavori storicamente riconosciuti: Persepolis di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud (1 luglio), La strada dei Samouni di Stefano Savona (2 luglio) e Valzer con Bashir di Ari Folman (3 luglio).

 

Il libro fotografico Living with Volcanoes – da cui è tratta l’immagine di Cris Toala Olivares – sarà presentato in anteprima italiana il 30 giugno, e aprirà ufficialmente un focus dedicato al territorio e alla sostenibilità, organizzato in collaborazione con Green Salina Energy Days: “Isole Vulcani Energia”. La finestra, che farà da ponte tra la sezione romana e quella eoliana del Festival, si chiuderà nel pomeriggio del 3 luglio con la proiezione di La Soufrière di Werner Herzog (Germania 1977, 30’) e il Fire Under The Sea di Gil Kebaili, Roberto Rinaldi e Luc Marescot (Francia 2022, 52’).

 

Il Festival continuerà a Salina dal 15 al 18 settembre con il concorso nazionale “Isole.Doc”.

 

Qui il programma romano completo: ROMA – CASA DEL CINEMA DAL 30 GIUGNO AL 3 LUGLIO.

SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutti i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su [email protected]