Bullismo e molestie persistono nell’industria audiovisiva britannica

4 Marzo 2022

Non è un buon primato: oltre la metà della forza lavoro nell’industria cinematografica e televisiva britannica ha subito bullismo, molestie o discriminazioni nel corso dell’ultimo anno. Lo dice il Looking Glass Report di The Film & TV Charity.

Non si è imparato nulla dal caso Weinstein, oppure è segno che se ne parla (finalmente) di più?

Certamente si parla finalmente di più di salute mentale, altro tema a cuore dell’organizzazione. Secondo le stime, l’industria audiovisiva è un luogo di lavoro “mentalmente salubre” solo per il 10% degli intervistati.

Sono quindi sempre più necessarie iniziative a sostegno del benessere di lavoratrici e lavoratori, come il Mental Health Training: Guidance for Employers, una guida a supporto del settore realizzata da ScreenSkills and The Film and TV Charity o proprio come la Carta etica di WIFTMI, lanciata lo scorso anno.

 

More Than Half Of UK’s Film & TV Workforce Experienced Bullying And Harassment

SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutte le professioniste e i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su [email protected]