Barbie

28 Giugno 2022

Dopo Piccole Donne, nel 2019, e Lady Bird, il suo acclamato debutto alla regia del 2017, Barbie sarà il terzo lungometraggio di Greta Gerwig, regista, attrice e sceneggiatrice americana pluricandidata agli Oscar, classe 1983.

 

I dettagli della storia sono ancora top secret, ma il film ruota intorno alla breve sinossi nota da tempo: una bambola Barbie viene espulsa da Barbieland perché non risponde a certi canoni di perfezione e si imbarca in un’avventura nel mondo reale.

 

A calarsi nei panni di Barbie sarà Margot Robbie (The Wolf of Wall Street, C’era una volta Hollywood, Tonya, Bombshell, A promised woman). Ryan Gosling (Le pagine della nostra vita, Drive, La La Land) sarà Ken, l’eterno fidanzato di Barbie. 

 

Incarnando lo spirito dei tempi da oltre 60 anni, Barbie è diventata il vessillo di una condizione femminile in continuo movimento. Da modella spensierata, che pensa solo a uscire con le amiche e a fare shopping, Barbie si trasformerà in una icona femminista del nostro tempo, cavalcando l’onda del pink power che stiamo vivendo negli ultimi anni al cinema.

 

Greta Gerwig come regista ha già dimostrato più volte di saper raccontare il mondo femminile con intelligenza, consapevolezza e quel tocco di emotività sincera e profonda che caratterizza i personaggi dei suoi film, speriamo mantenga le sue promesse.

 

Quindi abbiamo fiducia che anche Barbie nelle sue mani sarà una donna che non ascolterà musica pop nella sua camera in attesa di uscire con Ken, ma si darà da fare per realizzarsi e ispirare le altre ragazze ad agire e avere fiducia in loro stesse.

 

Dagli Anni 50 a oggi Barbie è un giocattolo in continua evoluzione che ha dovuto necessariamente essere al passo con i tempi e con l’emancipazione femminile, ad esempio introducendo i modelli multietnici, curvy, tall, petit. Secondo un sondaggio commissionato dall’azienda, l’86% delle madri chiede infatti che le figlie possano ispirarsi a modelli reali. 

 

A proposito di modelli, nel 2015 Mattel ha varato il programma Shero (da she, lei, e hero, eroina), realizzando delle bambole uniche dette OOAK, acronimo di One Of A Kind, ispirate a personaggi femminili di rilievo realmente esistenti o esistiti. Nel 2018 ha invece introdotto 17 nuovi esemplari ispirati a donne che si sono distinte per le loro conquiste e le lotte contro pregiudizi di genere o razza. L’hashtag scelto per accompagnare il lancio era l’eloquente #MoreRoleModels. Altrettanto chiaro lo slogan: “When a girl plays with Barbie, she immagine everything she can become”.  

 

Le 17 “donne in miniatura” includono la prima aviatrice donna della storia Amelia Earhart, la modella curvy Ashley Graham, l’artista e femminista Frida Kahlo, la pioniera matematica Katherine Johnson, la regista del film Wonder Woman Patty Jenkins, la chef Hélèn Darroze, la sciatrice statunitense Chloe Kim e la giocatrice di calcio italiana Sara Gama, capitano della squadra femminile della Juventus e della Nazionale.

heart SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutte le professioniste e i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su [email protected]