Anatomy of a Scandal

28 Marzo 2022

Il 15 aprile arriva su Netflix una nuova miniserie di 6 episodi della durata di un’ora ciascuno: Anatomy of a Scandal, un thriller psicologico basato sull’omonimo romanzo best seller di Sarah Vaughan (edito anche in Italia da Einaudi con il titolo Anatomia di uno scandalo), adattato per la tv da un maestro della suspense come David E. Kelley, lo stesso di serie come Big Little Lies, Big Sky e The Undoing  che insieme a Melissa James Gibson (House of Cards) sono creatori e showrunner del progetto a cui hanno lavorato, come produttrice, anche la storica collaboratrice di Kelley,  Bruna Papandrea e l’autrice del romanzo Sarah Vaughan. Regista di tutti e sei gli episodi, invece, è Sarah J. Clarkson (Jessica Jones).

 

Una storia che parla di consenso, scandali, privilegi e giustizia con protagonisti di eccezionale bravura come Sienna Miller (Alfie, Factory Girl, Just like a Woman, American Sniper, The Loudest Voice – Sesso e potere), Michelle Dockery (Downton Abbey, The Gentlemen) e Rupert Friend (Homeland, Infinite, The French Dispatch, Van Gogh, Un piccolo favore).

 

La protagonista, Sophie Whitehouse (Sienna Miller) è un’aristocratica donna inglese la cui vita perfetta viene sconvolta quando il marito James (Rupert Friend), uomo attraente e padre devoto, nonché ministro, viene accusato di violenza sessuale da una donna con cui ha ammesso di aver avuto una relazione. Convinta dell’innocenza del compagno, Sophie deve fare i conti con la fermezza di Kate Woodcroft (Michelle Dockery) il tenace avvocato dell’accusa, determinata ad ottenere giustizia. In ballo ci sono la sua famiglia, il suo matrimonio e la sua stessa reputazione.

 

Completano il cast: Naomi Scott (AladdinCharlie’s Angels), Josette Simon (Le streghe), Geoffrey Streatfeild (L’altra donna del re) e Joshua McGuire (Lovesick).

 

Anatomy of a Scandal si può definire un thriller psicologico e un avvincente dramma giudiziario sullo sfondo di una tematica, quella della violenza sessuale e delle diverse reazioni delle donne quando non sono vittime, bensì quando per amore di un uomo, delle convenzioni sociali o della famiglia non condannano, come si dovrebbe, un crimine che le tocca comunque da vicino.

 

Questa serie si infiltra nell’élite britannica attraverso scandali personali e politici, dove la verità sta tra giustizia e privilegio. James e Sophie Whitehouse vivono in un mondo sereno e rarefatto. Un ministro in Parlamento, una famiglia amorevole a casa, la traiettoria di James appare senza limiti finché non viene improvvisamente alla luce lo scandaloso segreto. L’avvocato Kate Woodcroft ha una sua traiettoria e la sua accusa minaccia di intaccare Westminster, il matrimonio, la Casa Bianca e la sua stessa reputazione.

 

SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutti i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su [email protected]alia.it